ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE

     Via  Rimembranze n. 2 – 73031 ALESSANO  (LE)

Distretto n. 47  - Tel. e Fax 0833-781118

Cod. Fis.  90018660754 - Cod. Min.:  LEIC80400T

Web Site: www.comprensivoalessano.it  

 email: leee010007@istruzione.it

REGOLAMENTO D'ISTITUTO

   home page     P.O.F. 

 

    Il personale scolastico, gli alunni e i genitori, affinchè l’azione educativa possa trovare riscontro nella formazione dei giovani , si impegnano a rispettare e a rendere operative le norme contenute in questo regolamento d’istituto.

 

  1. I docenti che accolgono gli alunni devono trovarsi a scuola almeno cinque minuti prima dell’inizio delle lezioni.
  2. Il docente della prima ora deve segnalare sul registro di classe gli alunni assenti, controllare quelli dei giorni precedenti e segnalare sul registro di classe l’avvenuta o la mancata giustificazione. Il docente, qualora un alunni dopo tre giorni dal rientro continui ad essere sprovvisto di giustificazione, segnalerà il nominativo al Dirigente Scolastico.
  3. In caso di ritardo di un alunno occorre segnare l’orario di entrata, la giustificazione o la richiesta di giustificazione e ammetterlo in classe.
  4. Se un alunno richiede, con permesso scritto di un genitore, di uscire anticipatamente, occorre chiedere l’autorizzazione del Dirigente o del docente delegato. Il docente è tenuto ad apporre sul registro di classe l’ora in cui l’alunno è uscito e la persona che è venuta a prelevarlo.
  5. La segreteria predispone, per ogni classe, l’elenco degli alunni completo di indirizzo e recapito telefonico da tenere nel registro di classe.
  6. I docenti hanno cura di non lasciare mai, per nessun motivo, gli alunni da soli.
  7. Durante l’intervallo la sorveglianza della classe (per la scuola primaria) è affidata ai docenti subentranti; (nella scuola secondaria di I grado) è affidata ai docenti in servizio nella seconda ora di lezione.
  8. Durante l’intervallo gli alunni rimangono nella propria aula.
  9. Il docente che deve temporaneamente allontanarsi dalla classe avviserà un collaboratore scolastico o un collega affinché vigili sulla classe.
  10. In occasione di attività in palestra o nei laboratori, al termine delle lezioni i docenti accertano che i locali utilizzati vengano lasciati in ordine e i materiali siano riposti negli appositi spazi.
  11. Al termine delle lezioni, gli insegnanti accompagnano gli alunni della propria classe in fila all’uscita della scuola.
  12. I docenti devono prendere visione dei piani di sfollamento dei locali della scuola e devono sensibilizzare gli alunni sulle tematiche della sicurezza.
  13. E’ assolutamente vietato ostruire con mobili, arredi e in qualunque altro modo, anche solo temporaneamente, le vie di fuga e le uscite di sicurezza.
  14. Non è consentito, per ragioni di sicurezza, sistemare i banchi degli alunni o mobili bassi accanto alle finestre, sia in aula che in qualunque altra zona dell’edificio scolastico accessibile agli alunni.
  15. I docenti, ove accertino situazioni di pericolo, devono prontamente comunicarlo al Dirigente scolastico.
  16. I docenti hanno facoltà di richiedere colloqui con le famiglie nell’ottica di un rapporto scuola famiglia trasparente e fattivo. L’orario settimanale dei colloqui verrà definito dal Collegio dei Docenti all’inizio dell’anno scolastico e pubblicato all’albo.
  17. I docenti devono avvisare le famiglie circa le attività didattiche diverse dalla curriculare tramite avviso scritto.
  18. Ogni docente apporrà la propria firma per presa visione delle circolari e degli avvisi. In ogni caso tutte le circolari e gli avvisi affissi all’albo della scuola o inseriti nell’apposito registro si intendono regolarmente notificati.
  19. I docenti possono utilizzare i telefoni della scuola per motivi didattici e/o per motivi riconosciuti validi dal D.S.
  20.  I docenti eviteranno di utilizzare il cellulare personale, in aula, se non per situazioni di emergenza e gravita’.
  21. I registri devono essere debitamente compilati in ogni loro parte e rimanere a disposizione del D.S.
  22. Prima di proporre agli alunni attività che richiedano l’uso di sostanze particolari o alimenti, gli insegnanti sono tenuti a verificare tramite comunicazione scritta che non vi siano casi di allergie specifiche o intolleranze ai prodotti.
  23. in caso di infortuni e malori degli alunni durante la permanenza a scuola tali da non poter essere risolti con semplici interventi (disinfezione, semplice medicazione, lievi contusioni o abrasioni, ecc. ) i docenti seguiranno le seguenti norme:

-         contattare telefonicamente la famiglia;

-         chiedere l’eventuale intervento del Pronto soccorso;

-         Informare il D.S..

  1. E’ consigliabile che sia un familiare ad accompagnare l’alunno al Pronto Soccorso Ospedaliero; in assenza di familiari un insegnante di classe, su autorizzazione del D.S. o suo delegato,  lo accompagnerà, avendo cura che sia stata disposta la sorveglianza della classe da parte di personale docente o ausiliario.
  2. Per qualsiasi infortunio, anche di lieve entità, occorre presentare denuncia consegnando in Direzione, entro 24 ore , una relazione  dettagliata. Qualora il genitore non ritenga opportuno sottoporre il proprio figlio alle cure del Pronto Soccorso deve rilasciare una dichiarazione in merito.
  3. Gli alunni indisposti verranno assistiti dal personale ausiliario fino all’arrivo dei familiari.
  4. La scuola non può fornire farmaci agli alunni. Eventuali farmaci forniti dai genitori possono essere assunti dall’alunno sotto la documentata responsabilità della famiglia.
  5. Gli alunni sono tenuti ad avere nei confronti di tutto il personale della scuola e dei compagni un comportamento consono alla convivenza civile.
  6. Gli alunni entrano in classe ed escono dalla scuola al suono della campanella accompagnati dai loro docenti.
  7. Gli alunni sono tenuti a rispettare l’orario di ingresso e di uscita dalla scuola al fine di assicurare un regolare e corretto svolgimento delle lezioni, nonché il rispetto del diritto allo studio degli altri componenti della classe. La scuola non assume alcuna responsabilità circa la vigilanza prima del loro ingresso e dopo la loro uscita. Sono assolutamente vietati il rientro dopo l’uscita al termine dell’orario scolastico e la sosta all’interno del cancello o dell’atrio d’ingresso in attesa dei propri genitori. Eventuali danni o infortuni derivanti dal mancato rispetto di tali disposizioni sono da attribuirsi agli alunni o ai loro genitori.
  8. Gli alunni giunti in ritardo per motivi riconosciuti validi possono accedere alla classe con giustifica scritta rilasciata dal genitore e con l’autorizzazione del D.S. o del docente delegato.
  9. I ritardi verranno annotati sul registro di classe e contribuiranno al calcolo delle assenze totali dell’anno scolastico onde garantire il rispetto della frequenza obbligatoria di un numero di ore pari al 75% del totale annuo.
  10. Non è consentito ai genitori l’ingresso all’interno dei locali scolastici. I genitori possono accompagnare gli alunni fino al portone d’ingresso e prelevarli allo stesso agevolando il lavoro dei collaboratori scolastici. Qualsiasi deroga a tale disposizione deve essere preventivamente autorizzata dal D.S. o dal docente delegato.
  11. I genitori sono invitati a controllare i compiti e le lezioni assegnati, le eventuali annotazioni degli insegnanti, le comunicazioni della scuola ed apporre la propria firma per presa visione.
  12. Le assenze devono essere giustificate dai genitori tramite l’apposito libretto e devono essere presentate al rientro in classe all’inizio della prima ora di lezione all’insegnante che provvederà a controfirmare e a prendere nota sul registro. Se l’assenza supera i cinque giorni occorre presentare una certificazione medica. L’alunno che non giustifichi la sua assenza entro 3 giorni dovrà essere accompagnato da uno dei genitori o da chi ne fa le veci. In caso di ripetute assenze, su segnalazione dei docenti della classe, potranno essere inviate tempestive comunicazioni scritte alle famiglie.
  13. I genitori sono tenuti a rispettare l’orario dei colloqui settimanali con i docenti. Qualsiasi deroga a tale disposizione deve essere preventivamente concordata con i docenti interessati e autorizzata dal D.S. o dal docente delegato.
  14. Non è consentito agli alunni di uscire dall’edificio scolastico prima del termine delle lezioni. In caso di necessità i genitori dovranno preventivamente avvertire la scuola tramite richiesta scritta e autorizzata e prelevare personalmente lo studente (o delegare un’altra persona maggiorenne che dovrà essere munita di documento di riconoscimento).
  15. Al cambio di insegnante, negli spostamenti da un’aula all’altra, nei bagni, all’ingresso nella scuola e all’uscita, gli alunni devono tenere un comportamento corretto ed educato. Non è permesso correre, uscire dalla classe senza autorizzazione, gridare nei corridoi e nelle aule.
  16. Durante gli intervalli, sia nella scuola che nel cortile sono da evitare tutti i giochi che possono diventare pericolosi; gli alunni dovranno seguire le indicazioni degli insegnanti e dei collaboratori scolastici.
  17. I servizi vanno utilizzati in modo corretto rispettando le più elementari norme di igiene e pulizia.
  18. L’uso dei servizi igienici, fuori dall’intervallo, è autorizzato dall’insegnante di classe solo per motivi di urgenza e unicamente dall’alunno che ne fa richiesta. Il permesso deve essere annotato sul registro di classe.
  19. Saranno puniti con severità, con richiamo scritto comunicato ai genitori tutti gli episodi di violenza che dovessero verificarsi tra gli alunni all’interno della scuola e negli spazi scolastici. Tutti devono poter frequentare la scuola con serenità, senza dover subire le violenze degli altri. In caso di recidiva si potrà ricorrere alla sospensione dalle lezioni previa notifica del D.S. alla famiglia per un numero di giorni progressivo a partire da uno.
  20. E’ necessario utilizzare correttamente gli appositi contenitori per la raccolta dei rifiuti collocati nelle aule e negli appositi spazi.
  21. Gli alunni che per motivi di salute non possono seguire le lezioni di Educazione fisico-motoria devono presentare al D.S. la domanda di esonero firmata dal genitore unita a certificato medico. Per la pratica dell’attività sportiva integrativa, per la partecipazione ai Giochi della Gioventù, dovrà essere presentato il certificato di stato di buona salute.
  22. Gli alunni sono tenuti a portare a scuola solo l’occorrente per le lezioni e l’eventuale colazione. Non è consigliabile portare somme di denaro o oggetti di valore. La scuola, in ogni caso, non risponde di eventuali smarrimenti o furti.
  23. Ogni studente è responsabile dell’integrità degli arredi e del materiale didattico che la scuola gli affida. I danni riscontrati vengono risarciti dal responsabile. Qualora questi non venga individuato, l’insegnante della o delle classi interessate ne discuteranno in C. d. C. con i genitori e il risarcimento verrà effettuato in modo collettivo.
  24. E’ assolutamente vietato agli alunni, all’interno della scuola, l’uso del cellulare personale e dei lettori multimediali. In caso di valida e giustificata motivazione è possibile utilizzare i telefoni della scuola.
  25. I genitori all’ingresso e all’uscita degli alunni dalla scuola devono garantire la loro sicurezza non entrando nel cortile scolastico con i mezzi di trasporto e non sostando davanti ai cancelli.
  26. I genitori vigilano affinché i figli abbiano un abbigliamento consono con l’ambiente scolastico.
  27. Il personale A.T.A. vigila sugli alunni all’ingresso ed all’uscita. Collaborano con i docenti per assicurare un clima sereno tra gli alunni e prestano il loro contributo per le richieste di supporto a salvaguardi degli alunni.
  28. Il personale A.T.A., in collaborazione con i docenti, assicura il rispetto e l’applicazione delle norme di questo regolamento.
  29. Fanno parte integrante di questo regolamento le norme per il funzionamento dei laboratori e i regolamenti di classe.

 

          REGOLAMENTI:

  • Regolamento per il funzionamento della biblioteca

  • Regolamento per il funzionamento del laboratorio di informatica

  • Regolamento per il funzionamento del laboratorio scientifico

  • regolamento per il funzionamento del laboratorio di arte e immagine

  • Regolamento per la partecipazione ai viaggi d'istruzione.